Easydive

Bottiglie sotto l’albero di Natale

L’idea antistress in tempo di crisi e ... senza olio di palma

Bottiglie sotto l’albero di Natale

Natale si avvicina, l’aria si fa più fredda, ma ha un non so che di magico, le luminarie rallegrano le strade, gli occhi dei bambini sono più grandi e sorridenti e ...

... centri commerciali claustrofobici, gente impazzita e di fretta, multe per parcheggi selvaggi, televisione che tempesta di pubblicità su profumi orgasmici e piastre per capelli, Babbo Natale che fa capolino con la sua cola in mano, il libro di Vespa sugli scaffali delle librerie, l’exploit della commedia italiana al cinema e panettoni come se piovessero: senza uvetta, ma coi canditi, senza canditi, ma con l’uvetta, senza canditi e senza uvetta, senza zucchero, senza burro, senza olio di palma, con il ripieno di crema, con il ripieno di cioccolato...lo vendono ancora il classico panettone?

Un rimedio a tutto questo c’è!
  • Rimedio antistress
  • A ciascuno il suo
  • L’idea in più


Rimedio antistress

Mentre il mondo impazza, recatevi a casa. Mettetevi comodi e al calduccio. Con tutta la calma del mondo, accendete il PC e andate sul sito di Tinto Enoteca.

Avrete a disposizione centinaia di bottiglie di vino, distillati e spumanti tra i quali scegliere, oltre ad una selezione di bottiglie in offerta.

Una volta selezionato l’articolo, non vi resterà che metterlo nel vostro carrello virtuale.

Potete pagare con carta di credito, PayPal o tramite bonifico, senza dover aspettare l’accredito della tredicesima.

Effettuata la registrazione, potrete seguire l’andamento del vostro ordine, annullarlo, caso mai aveste cambiato idea, integrarlo. Soprattutto, avrete diritto ad uno sconto del 10% sull'intero ordine. Sarete inoltre informati sulle ultime novità e offerte.

Riceverete comodamente l’ordine a casa vostra, senza spintoni, problemi di parcheggio e quant'altro.

Più semplice di così! Inoltre avrete scelto un regalo sicuramente apprezzato, di qualità e che farà il suo bel figurone.


A ciascuno il suo

Se non sapete tra quali bottiglie scegliere, vi veniamo in soccorso con qualche consiglio.

Il nonno. Con una bottiglia della classica grappa Sarpa di Poli, si va sul sicuro. Preparatevi ai racconti sulla sua gioventù.

Mamma e papà. Sono speciali, quindi vi presenterete al pranzo di Natale con un ottimo Sangiovese Magnum e con un Liquore al Caffè, che i genitori potranno sorseggiare la sera, finalmente soli e tranquilli, davanti al televisore.

I fratelli. Un passito (senza offesa per i fratelli!) da offrire ai loro ospiti, come l’Albana Vendemmia Tardiva Riserva, un’idea originale al posto dei soliti guanti e berretto.

I cognati. Alzi la mano chi non ha in famiglia un qualche cognato competitivo e sbruffone. Una scelta che denoterà la vostra superiorità, sarà regalargli una bottiglia di ottimo Barolo e proporgli un brindisi “Alla salute della nostra famiglia!”. Così sarà costretto a stapparla e ne berrete un po’ anche voi.

La fidanzata. Ovviamente Champagne...e poi largo alla fantasia.

L’amico del cuore. Meglio di un fratello, più comprensivo del partner: un Chianti Classico, intenso come la vostra amicizia.

L’amica del cuore. Un Sauvignonda sorseggiare mentre guardate insieme il vostro film preferito, in attesa che si asciughi lo smalto.

Gli amici. Una bottiglia di Franciacorta Rosé rallegrerà le loro serate e sarà sicuramente apprezzato.

Il portinaio (o il vicino di casa). Sarà curioso, brontolone, ma meglio tenerselo buono. Ottimo rapporto qualità prezzo se gli regalate (magari con un sorriso) una bottiglia di Irpinia Rosso.

Quel cliente molto speciale (anche se rompiballe). Meglio tenerselo stretto. Scelta classica e di stile, un Single Malt Scotch Whisky. Ottima resa, poca spesa. Basta con i cesti contenenti improponibili sughi e marmellate!

I colleghi. Ultimo giorno prima delle vacanze natalizie, vi presentate in ufficio con una bottiglia di Pinot Grigio in attesa del primo simpaticone che vi dirà il famigerato “Ci vediamo l’anno prossimo!”.

La maestra di tuo figlio. Data la mole di compiti che dà al pargolo, costringendovi a fine settimana tappati in casa per farli, la bottiglia sarebbe da dargliela in testa, ma non si può! Quindi, in modo del tutto pacifico e sedati, regalatele un Greco di Tufo, dicendole che il vitigno fu portato in Italia dai Pelasgi della Tessaglia nel I secolo a.C.


L’idea in più

Un messaggio di auguri scritto su una pergamena, da annodare con un nastrino al collo della bottiglia.


Più comodi di così!?

E per qualsiasi altro aiuto - perché a Natale siamo tutti più buoni! - sapete dove trovarci!




Ultime dal blog

Vini da meditazione

Vini da meditazione

Il gioco degli scacchi ha origini antichissime ed è considerato il gioco di tattica per... approfondisci...

Vino a tavola... con stile

Vino a tavola... con stile

Niente di più intimo che una cenetta a casa. Dalla classica romantica cena a lume di candela a... approfondisci...

Dal Giappone con furore

Dal Giappone con furore

La prossima edizione del Vinitaly si terrà a Verona dal 9 al 12 aprile. Quest'anno... approfondisci...