Easydive

Libri diVINI

Vini da leggere sotto l’albero

Libri diVINI

Ancora incerti sui regali da fare? Se lo scorso articolo non vi è bastato o se siete bookaholici incalliti, abbiamo quello che fa per voi.

Regalate, o regalatevi, un buon libro, al sapore di vino, però...

  • Le guide 2017
  • Libri sul vino: I must
  • Romanzi al sapore d’uva


Le guide 2017

Come ogni anno, vengono aggiornate le guide sui migliori vini d’Italia. Ne abbiamo selezionate qualcuna per voi.

Vini buoni d’Italia 2017: edito da Touring Club Italiano. Nella guida sono presenti 5000 vini selezionati. 491 hanno ottenuto la Corona, il massimo riconoscimento per i vini top dell’eccellenza, mentre altri 209 si sono aggiudicati la Golden Star, il secondo massimo riconoscimento per i vini che hanno espresso eleganza, finezza, equilibrio, qualità e precisa espressione del varietale e del territorio. Curiosi di sapere quali sono?

Vini d’Italia del Gambero Rosso 2017: la guida offre una selezione per un totale di 22.000 vini prodotti da 2.400 produttori. Tra le novità di quest'anno, oltre all'indicazione sul tipo di produzione (convenzionale, biologico o biodinamico) anche la segnalazione delle aziende che aderiscono a un protocollo di sostenibilità. Immancabile la classificazione dei vini con i bicchieri: i Tre Bicchieri del Gambero Rosso sono ormai un trademark internazionale, simbolo dell’eccellenza enologica italiana.

Cantine d’Italia 2017. Guida per il turista del vino, pubblicato da Go Wine. Sono oltre 700 le cantine segnalate: attraverso il racconto della Cantina si presentano e commentano i vini, fornendo al lettore un numero notevole di dati e di riferimenti per un'opera di facile consultazione e di pronta utilità.


Libri sul vino: I must

Ci sono libri che non possono assolutamente mancare nella libreria dei veri amanti del vino. Eccone alcuni:

Un classico: Vino al vino, di Mario Soldati, Mondadori. In questo volume l'autore racconta i suoi tre viaggi compiuti attraverso tutta l'Italia alla ricerca dei vini genuini, alcuni famosi, altri noti, altri ancora "scoperti" da Soldati stesso. Non si tratta di una guida, ma di un libro che racconta paesaggi e uomini del nostro bellissimo paese.

La novità: Il respiro del vino, di Luigi Moio, edito da Mondadori. Luigi Moio è ordinario di Enologia all’Università degli Studi di Napoli Federico II, presidente della Commissione di enologia dell’Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino (Oiv) e produttore. In questo suo ultimo lavoro, uscito da poco nelle librerie, è racchiuso tutto l’amore di Moio per il vino, scrive:

«Il vino è la sintesi sorprendente dei profumi di tutto ciò che ci circonda, perché ha nella sua natura più profonda le tracce della terra, dei fiori, dei frutti, delle spezie, del mare, della montagna, del vento, della luce e di tante altre cose che nobilmente rappresenta».

Fondamentale: Atlante del vino italiano, di Vittorio Manganelli e Alessandro Avataneo, edito da Libreria Geografica. Le splendide mappe tematiche e l'innovativo sistema di descrizione grafica del vino favoriscono la comprensione immediata di luoghi, territori e vini e sono un valido aiuto per capire, saper scegliere e parlare di vino italiano in qualsiasi occasione. Adatto sia agli appassionati, sia a chi si avvicina all’affascinante mondo del vino per la prima volta.


Romanzi al sapore d’uva

Qualcosa di diverso dal libro monotematico. Romanzi nei quali il vino è lì intorno, si sente, crea l’atmosfera, anche solo dal titolo.

Il vino della solitudine, di Irène Némirovsky, edito da Adelphi. Forse il romanzo più autobiografico e personale dell’autrice. Racconta la storia di Hélène e del suo rapporto con la madre, dall’infanzia fino all’età adulta, delle sue consapevolezze, nella cornice storica della Rivoluzione d’Ottobre che costringe la famiglia a fuggire a Parigi.

Gocce di Sicilia, di Andrea Camilleri, Edizioni dell’Altana. Sette racconti tipicamente alla Camilleri, in cui il vino è il fil rouge. Spunti per romanzi che hanno poi determinato l’ascesa del migliore scrittore italiano contemporaneo. Si ride, si riflette, ci si commuove e si scopre perché a San Calò piace tanto il vino.

Il sangue di Montalcino, di Giovanni Negri, edito da Einaudi. In questo suo primo romanzo giallo, Negri, noto produttore di Barolo, Chardonnay e Pinot Nero a Serradenari, nelle Langhe piemontesi, dà alla luce il personaggio taciturno e colto del commissario Cosulich. Roberto Candido, enologo di fama mondiale, è stato trovato ucciso nell'abbazia di Sant'Antimo, tra le vigne di Montalcino, sotto un antico affresco raffigurante San Cristoforo. Il commissario Cosulich è chiamato a risolvere il caso.


Cosa c’è di meglio di un buon libro? Leggerlo in compagnia di un ottimo bicchiere di vino, capace di far affiorare in voi i profumi e le emozioni raccontate nelle pagine che state leggendo.

Buon Natale e buone letture! Cin!

Ultime dal blog

Vini da meditazione

Vini da meditazione

Il gioco degli scacchi ha origini antichissime ed è considerato il gioco di tattica per... approfondisci...

Vino a tavola... con stile

Vino a tavola... con stile

Niente di più intimo che una cenetta a casa. Dalla classica romantica cena a lume di candela a... approfondisci...

Dal Giappone con furore

Dal Giappone con furore

La prossima edizione del Vinitaly si terrà a Verona dal 9 al 12 aprile. Quest'anno... approfondisci...