Easydive

Vini da meditazione

Scacco al libro

Vini da meditazione

Il gioco degli scacchi ha origini antichissime ed è considerato il gioco di tattica per antonomasia. Ci vogliono un notevole acume, concentrazione e intelligenza: nulla è lasciato al caso.

Grazie all'arte figurativa, a leggende, romanzi e film, gli scacchi esercitano un fascino particolare sull'immaginario collettivo, associandoli spesso a qualcosa di misterioso ed esoterico.

  • Varianti, difese e dipinti: gli scacchi nei romanzi
  • Gli scacchi sul grande schermo
  • Vini da meditazione


Varianti, difese e dipinti: gli scacchi nei romanzi

Numerosi i romanzi la cui trama è legata al mondo degli scacchi. Noi di #bookaholic vogliamo segnalarvi quelli che più ci hanno colpito.

La variante di Luneburg, dell'italiano Paolo Maurensig, edito da Adelphi, inizia con il ritrovamento del cadavere di Dieter Frisch, ricco uomo d'affari e appassionato di scacchi. La vicenda si dipanerà grazie a un lungo flashback che vede protagonista Tabori, scacchista ebreo costretto a giocare partite di scacchi nel campo di concentramento in cui è rinchiuso, contro un alto funzionario tedesco: la posta in gioco sono i prigionieri.

Un classico è il romanzo di Vladimir Nabokov, La difesa di Luzin. Nella Pietroburgo di inizio Novecento, il giovanissimo Luzin ha il suo primo incontro con gli scacchi. Sullo sfondo della Rivoluzione d'Ottobre, gli scacchi cambieranno per sempre la sua vita.

Una partita di scacchi è la chiave per risolvere un omicidio, questa è sostanzialmente il fil rouge de La tavola fiamminga, dello spagnolo Arturo Perez Reverte. Una restauratrice scopre una misteriosa scritta sotto la pittura di un quadro che svela di un omicidio avvenuto cinquecento anni prima. A seguito di tale scoperta, la scia di sangue ha di nuovo inizio. Solo giocando la partita di scacchi raffigurata nel dipinto, si troverà l'omicida.


Gli scacchi sul grande schermo

Dal romanzo di Nobokov è stato tratto, nel 2000, il film La partita, che vede protagonista John Turturro nei panni di Luzin.

Harry Potter e il suo amico Ron giocano una violenta partita con scacchi viventi e magici nel primo film della serie, sotto gli occhi terrorizzati di Hermione.

Più recente (2014) il film La grande partita, che racconta del campione di scacchi Bobby Fischer, interpretato da Tobey Maguire, che si prepara per la finale del titolo mondiale di scacchi in Islanda, dove affronterà il campione russo Boris Vasil'evič Spasskij, interpretato da Liev Schreiber.

Ma quando si dice scacchi e film, viene subito in mente la mitica partita contro la morte ne Il settimo sigillo, capolavoro di Ingmar Bergman!


Vini da meditazione

Definirli vini “da dessert” è restrittivo. Non sono “da pasto” e nemmeno di lungo invecchiamento.

Sono vini dai forti sapori e dal profumo intenso, che vanno gustati da soli, anche se spesso vengono abbinati ai dolci, assaporandoli lentamente e godendosi appieno, in assoluto relax, ogni singolo sorso.

Tra i vini da meditazione spiccano i passiti e anche l'ottima Grappa di Malvasia delle Lipari.

Tra una mossa e l'altra, un bicchiere di vino può fare la differenza, magari anche scacco matto!



Ultime dal blog

Vino a tavola... con stile

Vino a tavola... con stile

Niente di più intimo che una cenetta a casa. Dalla classica romantica cena a lume di candela a... approfondisci...

Dal Giappone con furore

Dal Giappone con furore

La prossima edizione del Vinitaly si terrà a Verona dal 9 al 12 aprile. Quest'anno... approfondisci...

L’oroscopo dei vini

L’oroscopo dei vini

In esclusiva per voi, non un semplice oroscopo, né le classiche previsioni. L’illuminatissimo Mago Tintus vi svela... approfondisci...