Tinto Enoteca Store

Castello dei Rampolla

Il terreno su cui sorge l'Azienda Agricola Castello dei Rampolla è di proprietà della famiglia dal 1739. Tanta storia ha attraversato queste terre, ma la loro inizia a metà degli anni sessanta con il sogno di un uomo, Alceo di Napoli Rampolla. Il sogno è quello di creare un gran vino. Dopo alcuni anni di produzione arrivano i primi imbottigliamenti con la vendemmia del 1975. E' un Chianti Classico, in un periodo in cui il Chianti Classico stenta ad affermarsi e a guadagnare la stima che merita. Alceo ha quindi una intuizione, e decide, insieme all'aiuto del grande enologo Giacomo Tachis, di essere il primo nell’area a piantare il Cabernet Sauvignon, e di tagliarlo con il Sangiovese. Avviene così in azienda, a pochi anni dalla sua nascita, la prima rivoluzione. La seconda rivoluzione è la conversione biodinamica, ogni essere dell'aria e della terra acquista importanza, anche quelli da molti considerati superflui se non addirittura ostili: fiori, erba, insetti.Le erbe vengono lasciate crescere o seminate, affinché la terra resti all'ombra, trattenga l’umidità e prevenga il dilavamento.