Tinto Enoteca Store

La Gerla

A 320 metri, proprio sul colle di Montalcino, dove il pendio diventa più dolce, si adagiano le vigne de La Gerla, una piccola azienda vinicola che è diventata in pochi anni un grande crù di questo territorio toscano delimitato dalle valli dell'Orcia e dell'Ombrone. Il podere, dal caratteristico nome Colombaio, era una proprietà della Famiglia Biondi Santi che già da allora ne ricavava uno dei migliori Brunelli della zona. Sergio Rossi, lo acquista nel 1976, lo ristruttura completamente nel rispetto dell'ambiente originario e poco dopo, nel 1978 crea e diffonde il marchio La Gerla. Oggi la proprietà ha raggiunto una superficie di 11,5 ettari, si è arricchita di grandi cantine modernissime complete dei macchinari più tecnologicamente più avanzati. Accanto a Sergio Rossi un team affiatato di persone che lo hanno aiutano in questa impresa come Vittorio Fiore, in azienda fin dall’ inizio,amico ed enologo di sicura garanzia, o come Alberto Passeri, agronomo e responsabile della conduzione aziendale, Marisa "signora indiscussa delle cantine", Luca "padrone assoluto delle vigne" e Sonia responsabile dell’amministrazione. A pochi metri dalla nota abbazia di Sant’Antimo, proprio sotto il paese di Castelnuovo, disposti a raggiera seguendo le linee di pendenza di un anfiteatro naturale ecco i 5,5 ettari di vigneti La Gerla. Qui il terreno  è prevalentemente sabbioso – limoso, con una preponderanza di scheletro, anche la componente calcarea è importante così come l’insolazione che risulta enfatizzata dalla particolare posizione al riparo dai freddi venti del nord e da quelli salmastri provenienti da ovest - sud ovest. Con queste caratteristiche peculiari la maturazione delle uve avviene in modo ottimale grazie anche alla notevole escursione termica tra giorno e notte. I vini ricavati dai vigneti di Castelnuovo sono potenti, strutturati ma allo stesso tempo fini ed intensi, assolutamente inconfondibili. La vigna Gli Angeli è il cru aziendale, un solo ettaro accanto alla piccola chiesa degli Angeli simbolo della zona del Canalicchio, si trova in una posizione privilegiata, accarezzata da leggere brezze che rendono l’aria sana e profumata di rosmarino,alloro e corbezzolo. Il terreno magro e di buona pendenza, l’ottima esposizione, l’eta delle viti e la bassa resa per pianta, sono solo alcuni dei fattori che contribuiscono a rendere il Brunello Gli Angeli un prodotto unico.