Tinto Enoteca Store

Tenuta di Biserno

Biserno è situata in Toscana occidentale nell’area costiera della Maremma superiore. La Tenuta si trova tra le colline di Bibbona. Originariamente estranea alla produzione vitivinicola, confina con la DOC Bolgheri. Le vigne di Bibbona e Bolgheri s’incontrano in prossimità della Tenuta, risultando “molto simili a Saint Emilion e Pomerol”, come rileva Lodovico Antinori. Lodovico venne a conoscenza di questo lembo di terra da Dante Scanavino, l’allora suo Direttore Generale in Ornellaia. Supervisionò il terreno e fu sorpreso dalla sua somiglianza con il terroir del Masseto. Ma, al di là di questo, qui Lodovico individuò altri elementi del suolo che gli diedero l’immediata ispirazione di piantare il Cabernet Franc. La sua “scommessa” fu che tale varietà avrebbe dato ottimi risultati in quel terroir. Altra caratteristica che lo colpì fu un panorama mozzafiato della proprietà, con visuali che andavano dal Mar Tirreno fino alla Corsica. Come da tradizione consolidata da parte della vicina Bolgheri DOC, decise di piantare esclusivamente vitigni di Bordeaux con un’unica grande differenza: l’uso di una maggiore percentuale di Cabernet Franc, seguita dal Merlot. C’é anche una piccola percentuale di Cabernet Sauvignon e una relativamente alta di Petit Verdot, vitigno quasi dimenticato a Bordeaux, che ha sorpreso molti professionisti del vino per il modo in cui si è adattato tanto bene a queste colline assolate. I quaranta ettari della Tenuta di Biserno sono composti da un suolo complesso che è costituito da limo, sabbia alluvionale e, in alcune zone, anche da un’alta percentuale di argilla, combinate con il conglomerato di Bolgheri (nome geologico del terreno autoctono dell’area di Bolgheri-Bibbona). Il Conglomerato Bolgherese è inoltre ricco di minerali, riconoscibili all’assaggio dei vini.